Logo Università Primo Levi
Scienza e società
C.15
Medicinema: la medicina vista dal grande schermo
Docenti |
Giovedì 18:00 / 20:00 | 6 incontri
Inizio | Giovedì, 28 Febbraio 2019
Sede | -
Contributo | € 55
Il corso aiuterà a comprendere il ruolo del cinema nella rappresentazione della figura del medico, e soprattutto a capire come il progresso della medicina abbia condizionato i contenuti della cinematografia del 900. Verranno presentati spezzoni di film da Il monello (1921) di Chaplin fino a Caro Diario (1994) di Moretti. Nel primo cinema muto la considerazione sociale per il "dottore" è scarsa. Da fine anni 30 diventa prima eroe, poi vero scienziato, grazie alle grandi scoperte scientifiche. Poi si passa alla fase della divulgazione, superando molti vecchi tabù come il male incurabile (il cancro), utilizzato per commuovere lo spettatore. La smitizzazione giunge negli anni 70: la contestazione tocca anche la medicina, con la rivoluzione psichiatrica e la diffusione degli psicanalisti. Negli anni 80 dilaga l'ironia sulla paura di ammalarsi, e al tempo stesso iniziano a imporsi i temi etici. Oggi la medicina è vissuta nel cinema come esasperazione della tecnologia che tende a disumanizzare il rapporto con chi soffre.