Logo Università Primo Levi
Casalecchio di Reno
CAS.6
La Bassa, L'Appennino, la città.
Martedì 17:00 / 19:00 | 5 incontri
Inizio | Martedì, 11 Dicembre 2018
Sede | Casa della Conoscenza Casalecchio Via Porrettana, 360 - Casalecchio di Reno BO
Contributo | € 50
1. Dal 1980 persone di tutte le provenienze ed estrazioni sociali hanno abbandonato la loro vita per isolarsi dalle città e dalla civiltà. Gli Elfi abitano in villaggi remoti, si cibano di quello che coltivano, si spostano sul dorso di un asino lungo i sentieri dell'Appennino tosco-emiliano. I loro figli non frequentano le scuole pubbliche. Attraverso le loro voci e le loro esperienze individuali ricostruiremo la storia di una comunità spontanea e anacronistica, al centro di polemiche e mistificazioni.
2. La Variante di Valico attraversa l'Appennino tosco emiliano, tra gallerie e trafori costruiti con strumenti giganteschi. Ha cambiato il territorio e un'intera comunità, parcellizzandola e arricchendola con le esperienze degli operai che l'hanno costruita, e che vengono da lontano. Comune per Comune ricomporremo le vicende di una montagna, passando ad esempio da La Quercia, una frazione da dove non si vede il cielo perché sovrastata dai viadotti, e che ora è abbandonata, o da Sparvo, paese a strapiombo sulle gallerie.
3. Le grandi opere di bonifica del Delta del Po, dal secondo dopoguerra, hanno trasformato le terre vaghe del Mezzano in campi coltivabili e i pescatori in contadini. Eppure la tradizione della pesca resta un connotato forte del territorio del Delta. Da Canneviè, fino a Oca Marina, passando per Gorino Sullam, ripercorreremo, a ritroso, l'epopea della Grande Bonifica, degli assegnatari delle terre e delle famiglie del luogo.
4. Le terre della Resistenza: un itinerario di pianura, di montagna e di città per scoprire cosa resta nei luoghi delle battaglie: da Casteldebole alla Bolognina, passando per L'argine Agosta, a Comacchio, e Monte Sole. Attraverso documenti scritti e filmati sarà ricostruita una mappa delle lotte partigiane in città, nella bassa e nell'Appennino, con i racconti degli ultimi testimoni diretti di quel giorni.
5. La nostra banlieue, un reportage sulle grandi periferie del nostro territorio: il ghetto di Braida a Sassuolo, il Pilastro, la Barca e il Gandusio di Bologna, il Grattacielo di Ferrara, via Gulli a Ravenna. Attraverso la storia delle sue periferie verrà ricostruita la storia degli ultimi cinquant'anni della nostra regione. Una retrospettiva sull'inurbamento degli sfollati, degli alluvionati, sulla costruzione dei primi quartieri dormitorio e sui loro primi abitanti.
6. Partendo dall'asilo costruito sul calco del ventre della balena di Pinocchio a Guastalla (Reggio Emilia), prende forma un viaggio verso la tradizione dei narratori delle nostre terre. Dal Po raccontato da Zavattini ai grandi burattinai, passando per la Bobbio di Bellocchio e la Tàmara di Govoni. Il percorso continua sull'Appennino alla ricerca delle matrici di tutte le fiabe di montagna che hanno creato l'immaginario collettivo di una comunità e ispirato generazioni di artisti.