Logo Università Primo Levi
Storia della filosofia e visioni del mondo
B.37
La solitudine: prigionia gravosa o risorsa esistenziale?
Docenti | Marco FREDDI
Lunedì 15:30 / 17:30 | 8 incontri
Inizio | Lunedì, 13 Gennaio 2020
Sede | Sede Univ. Primo Levi via Azzo Gardino, 20A/B/C - Bologna
Contributo | € 65
Oggi la solitudine è considerata una condizione inquietante, un giogo amaro e faticoso. Ma non è sempre stato così: la filosofia non l'ha di per sé demonizzata, evidenziandone in molti casi le potenzialità positive. Argomenti: Elogio della solitudine: Petrarca. Riferimenti letterari: Buzzati, Pessoa. Solitudine del filosofo da Talete in poi. Orizzonte mistico-religioso e solitudine. Individualismo antropologico e solitudine: Sofisti, Socrate, Epicuro, Rousseau, Stirner, Nietzsche. Solitudine come distorsione antropologica: Hegel, Feuerbach, Marx, Comte. Esistenza e solitudine: Schopenhauer, Kierkegaard, Jaspers, Sartre. Tönnies e l'individualismo sociale. Solitudine nella società della globalizzazione, di internet e dello smartphone: Bauman e altri. Terapie della solitudine: amore, amicizia, politica, arte. Pittori della solitudine: Friedrich, van Gogh, Schiele, Ligabue, Munch, Hopper, Morandi.