Logo Università Primo Levi
Leggere le opere
A.6
Le donne nell'epica greca e in quella latina
Martedì 18:00 / 20:00 | 10 incontri
Inizio | Martedì, 13 Ottobre 2020
Sede | Sede Univ. Primo Levi via Azzo Gardino, 20A/B/C - Bologna
Contributo | € 85
Le donne presenti nella letteratura antica possono essere figure secondarie oppure protagoniste o comprimarie. Nei poemi greci che prenderemo in esame vedremo che dove prevale la guerra, cioè nell'Iliade, tre figure femminili hanno la funzione di sostenere, consolare, moderare la furia bellicosa degli uomini quali mogli (Andromaca) o madri (Tetide, Ecuba). Elena tende invece a biasimare l'amante Paride che schiva la guerra.

Nei poemi di avventura (Odissea e Argonautiche) al contrario le donne sono predominanti con la loro autorevolezza come Arete con Alcinoo o Penelope, oppure diventano risolutive con le arti magiche come Circe e Medea.

Per quanto riguarda i poemi latini, analizzeremo a fondo la storia di Didone, poi prenderemo in considerazione altri tipi di donne: le mogli, le amanti e le streghe del poema di Lucano; quindi Antigone, Giocasta, Evadne, e pure la Sfinge della Tebaide di Stazio.