Logo Università Primo Levi
Storia dell'arte
A.23
Arte del Novecento: percezione e visione dei galleristi e collezionisti ebrei.
Venerdì 18:00 / 20:00 | 6 incontri
Inizio | Venerdì, 05 Novembre 2021
Sede | Sede Univ. Primo Levi via Azzo Gardino, 20A/B/C - Bologna
Contributo | € 70
Per lunghi secoli chi ha governato il mondo dell'arte è stato il mecenate laico o religioso e questo lo vediamo nelle chiese, nei castelli e nei palazzi.
Con la nascente borghesia ottocentesca, i rapporti cambiano e l'artista ha necessità di un intermediario: il mercante. Il tentativo della vendita diretta di un quadro, si potrebbe far risalire al 1874 anno in cui alcuni artisti presso la galleria del famoso fotografo Felix Nadar a Parigi le loro opere, che un critico d'arte, su un giornale, definì "Impressioniste".
Quello che emerse fu il rapporto sempre più stretto tra l'artista e il mercante, quale tramite tra le opere e il collezionista. Un rapporto spesso dialettico, ma ineluttabile come lo è ancora oggi.
Al termine dei sei incontri in aula, si prevede l'organizzazione di una visita (facoltativa) a Venezia presso la Collezione Peggy Guggenheim, il ghetto ebraico e le sinagoghe della città. Il viaggio non è incluso nel contributo per il corso.